Moschea di Sarajevo, la Careva Džamija

di
Cortile della moschea dell'Imperatore, Sarajevo © Jennifer Boyer

Cortile della moschea dell'Imperatore, Sarajevo © Jennifer Boyer

Realizzata nel 1547 dopo la prima conquista ottomana, la moschea di Sarajevo è la più grande costruita con una singola cupola nell’attuale capitale della Bosnia ed Erzegovina.

L’edificio fu edificato da Isaković-Hranušić, che la dedicò al Sultano Maometto II, il conquistatore di Costantinopoli. La moschea di Sarajevo è considerata una delle più belle del periodo ottomano nei Balcani.

La struttura vanta ampi dettagli decorativi interni di grande qualità come ad esempio il mihrab. Purtroppo durante il secondo conflitto mondiale e le guerre degli anni 90 nella ex Jugoslavia hanno seriamente danneggiata la moschea di Sarajevo.

Dopo la formazione dello stato della Bosnia Erzegovina sono iniziati i lavori di ristrutturazione per salvaguardare la moschea di Sarajevo. Lavori che, dati i danni e i pochi fondi, non sono ancora del tutto finiti.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Moschea di Sarajevo, la Careva Džamija"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...